CAMBOGIA : un non-luogo finche’ non ci sei

Le strade di Phnom Penh, capitale della Cambogia, rendono palese il suo essere a suo modo un punto di mezzo tra Thailandia e Vietnam. Il traffico e’ intenso e la guida a destra, ma nulla a che vedere con le strade vietnamite caratterizzate dal flusso continuo e imperterrito di motorini parcheggiati ovunque.  Il suo essere punto di mezzo, tuttavia, non vuol dire essere punto di incontro. Questo luogo conserva un’identita’, o meglio e’ costretto nella sua identita’. Le strade di Pnhom Phen sono pulite e qua e la’ compare del verde. No, non e’ la Svizzera, o forse e’ una Svizzera si’, ma per gli standard asiatici. Anche questo fa della Cambogia un’ambiente particolare e fuori da ogni tempo, anche quello della regione del sud est asiatico a cui appartiene. Di fatto, la Cambogia ha smesso di appartenere al resto del mondo negli anni ’70 e sta lentamente riapparendo ora con i lontani effetti della globalizzazione. Solo ultimamente giapponesi e russi stanno cominciando a investire nel paese, che subisce deficit atavici come l’assenza di infrastrutture che colleghino le diverse citta’: l’unico pro per gli investimenti e’ il bassissimo costo della manodopera (il salario medio mensile corrisponde a appena 100$).

Continue reading “CAMBOGIA : un non-luogo finche’ non ci sei”

Il Vietnam oggi – Communiste …moi non plus

Quello che sarà qui pubblicato non è un vero reportage, non è un diario, né un insieme di documenti.

È invece un insieme di esperienze, sensazioni e impressioni che ho avuto modo di formarmi attraverso ciò che ho visto e gli incontri che ho fatto in questo bellissimo Paese del sud-est asiatico. Un Paese in bilico tra un passato che si manifesta nelle bandiere con falce e martello e la figura di Ho Chi Minh onnipresenti e i Burger King, le Nike, i grattacieli e i motorini, le multinazionali che hanno portato i loro stabilimenti produttivi in Vietnam.

Ecco, è forse più simile a un taccuino di viaggio, e come taccuino di viaggio sarà qui pubblicato: un giorno del viaggio alla volta, di Sabato.

Episodi:

1 – Hanoi, la capitale

2 – Halong Bay: riso & souvenir

3 – Ho Lua & Tam Coc – nel profondo Vietnam

4 – Hua & Hoi An: incubo e sogno americano

5 – My Son & Da Nang: il vecchio e il nuovo

6 – Saigon & Mekong: pecunia non olet.. il pesce invece si’ Continue reading “Il Vietnam oggi – Communiste …moi non plus”

Scosse all’alba

Fonte immagini: www.castellucciodinorcia.it

Scosse all’alba

Queste poche righe segnano l’inizio di una nuova esperienza di condivisione di idee, sensazioni e conoscenze, sempre con lo sguardo rivolto verso il mondo.

<<Tutto è già cominciato prima, la prima riga della prima pagina di ogni racconto si riferisce a qualcosa che è già accaduto fuori dal libro>>.  
Italo Calvino

Inizio, un mondo nuovo o un’altra prospettiva, parto da me. Continue reading “Scosse all’alba”

2 – Halong Bay: riso e souvenir

..ovvero struttura e cartongesso, ovvero cruda realta’ e incontrollata opulenza.

Le colline Verdi e le nuvole si riflettono sugli specchi d’acqua delle risaie. A Perdita d’occhio si estendono ai lati della strada che collega Hanoi alle altre città del Nord. I campi sono punteggiati da pali dell’elettricità che si succedono a intervalli regolari e dai cappelli a cono dei contadini chinati a raccogliere le piantine di riso con le gambe immerse nell’acqua. Continue reading “2 – Halong Bay: riso e souvenir”