Un’anomala famigliarità – intervista ad Annamaria Dicesare

  1. Presentazione
  2. Intervista
  3. Scheda generale del cortometraggio
  4. Festival&Premi

Presentazione
Annamaria Dicesare, 21 anni, laureanda in Lettere Moderne all’Alma Mater Studiorum di Bologna e diplomata all’Accademia Nazionale del Cinema di Bologna.
E’ con lei che, qualche giorno fa, ho deciso di chiacchierare, a mo’ di intervista, per dimostrare quanto il “mito del giovane fannullone” sia una generalizzazione troppo facile e comoda di una realtà che sicuramente esiste, ma che non può essere assunta come paradigma immutabile della gioventù di un’epoca. Continue reading “Un’anomala famigliarità – intervista ad Annamaria Dicesare”

Du Globe à Porto San Giorgio: Richard III.. on the beach

Sous un ciel de plus en plus obscur, messager douloureux de la menace imminente et tentant d’engloutir les couleurs sereines aspergées dans son autre moitié, celle qui effleure à peine la surface de la mer, on inaugure la dernière soirée des Magical Afternoon – Shakespeare on the beach. Continue reading “Du Globe à Porto San Giorgio: Richard III.. on the beach”

Dal Globe a Porto San Giorgio: il Riccardo III…on the beach


Sotto un cielo che si fa a poco a poco più scuro, dolente messaggero della minaccia incombente, e che tenta di fagocitare i sereni colori confetto spruzzati nell’altra sua metà, quella rasente la superficie del mare, si apre l’ultima serata dei Magical Afternoon – Shakespeare on the beach. Continue reading “Dal Globe a Porto San Giorgio: il Riccardo III…on the beach”

Memory is a serious question – Auschwitz still speaks (?)

“In Auschwitz there was snow”[1] as the famous song of Guccini says, but I arrived to Auschwitz in a sunny day, while birds were regardless singing, or maybe unaware.
I saw flowers blooming on the trees and green grass around the numbered blocks.

Continue reading “Memory is a serious question – Auschwitz still speaks (?)”